Impianto di subirrigazione a Perugia

 pannello

Nel Settembre del 2002, con la collaborazione della Ag Toro Irrigation, abbiamo realizzato un impianto di subirrigazione presso l'Università degli studi di Perugia che interessa una superficie complessiva di 52.649 metri quadri.

Perchè realizzare un impianto di subirrigazione?


Mediante l'irrigazione del sottosuolo (subirrigazione), è possibile ridurre al minimo gli sprechi di acqua (evaporazione e altri fenomeni naturali), garantendo una resa della stessa prossima al 100%. L'acqua fornita dalle condotte risale fino al suolo di circa 15 cm, garantendo quindi una buona irrigazione della coltura, mantenendo il terreno asciutto in superficie, evitando inutili sprechi dovuti all'evaporazione di quest'ultima.
Da un lato questo può rappresentare uno svantaggio, per quel che riguarda la germinazione della semina, ma a questo si può prontamente porre rimedio mediante una irrigazione superficiale effettutata a tempi ben determinati, mentre oltre a quanto già detto, rappresenta un grande vantaggio anche per quanto riguarda la lavorazione del terreno, che risulterà più agevole. Si pensi anche al fatto che la subirrigazione sfavorisce la crescita delle essenze infestanti e permette di ridurre l'utilizzo di componenti chimici quali diserbanti, concime etc.

Cosa è stato installato?


Nell'impianto complessivo sono stati installati, di nostra produzione, i seguenti prodotti:


- ICOD (precedente versione)
- Satellite
- Sat Gate
- Sat Modem


Mediante i nostri prodotti è stato possibile gestire l'intero impianto.
La Satellite permette di programmare i cicli di subirrigazione secondo i tempi necessari alla coltivazione presente, configurando gli orari e la durata della irrigazione, le modalità di attivazione in funzione dei fattori esterni registrati dai sensori.
L'ICOD plus funziona da codificatore, permettendo di attivare le zone interessate senza dover portare i cavi per ogni zona, ma installando semplicemente un decoder nella zona interessata all'irrigazione.
Il Sat Gate permette di monitorare il funzionamento e i dati che arrivano in ingresso dai sensori, trasmettendoli poi alla Satellite, che reagisce a questo segnale in ingresso in funzione di quanto è stato impostato in precedenza.
Il Sat Modem consente ai proprietari di monitorare il funzionamento dell' impianto a distanza, utilizzando un comune cellulare GSM per interrogorare via SMS la satellite e ricevere i dati dei sensori o l'avvenuta attivazione del processo di irrigazione.

(Mediante l'accessorio modem e il suo relativo software è possibile gestire a distanza la satellite, operando via PC da qualunque luogo)  

Foto dell'Impianto:


Image

Apparato montato nella cabina di gestione dell'impianto. Sono ben visibili: 

- Satellite (in basso)

- Sat Modem (in alto a sinistra)

- Icod (in alto a destra)

 solar

 Pannello solare e sensori collegati al Sat Gate